Pagine

venerdì 11 settembre 2020

Forza d’Attrazione

Si è conclusa con la realizzazione di nuove spettacolari opere d’arte urbana e con la messa in scena di numerose performance la prima edizione di Forza d’Attrazione, la kermesse fondata sull’unione di due tra i più importanti festival della scena comacchiese: Manufactory Project e Spinafestival.


Un weekend interdisciplinare, quello appena trascorso, che ha visto la messa in atto di svariate forme d’arte e la partecipazione di numerosi celebri artisti della scena contemporanea.

 

Grazie al lavoro svolto negli ultimi anni dallo street art festival Manufactory Project, è stata portata avanti la riqualificazione dello Stadio Comunale Raibosola, riqualificazione che verrà portata a termine nel mese di ottobre 2020 con l’intervento conclusivo del noto street artist Ericailcane. Divenuto ufficialmente un museo a cielo aperto dal nome M.A.U.D., il Museo d’Arte Urbana del Delta racchiude oltre 60 importanti firme internazionali, entrando a far parte del circuito museale del Comune di Comacchio.

Per l’edizione 2020, Luogo Comune e Dissenso Cognitivo hanno dipinto i lati delle gradinate all’interno dello stadio, mentre, sotto la direzione artistica di Pierluigi Mangherini, writer con esperienza ventennale, una graffiti jam ha ultimato il remake delle mura perimetrali esterne, con le opere di artisti come OrionBlatta, Moe, Pupo Bibbito, Tomoz, Mask, Cause, s404y, Rise The Cat, Don Bro, Zest, Tail, Beis, Capo, Enko04, H3mO, Rusty, Stc Crew, Sharko e altri.

 

Parallelamente, alla Casa Museo Remo Brindisi del Lido SpinaSpinafestival 2020 ha intrattenuto il pubblico con spettacoli, installazioni, proiezioni di film, concerti e performance, presentando il  lavoro di Yuri Ancarani, Francesco Bocchini, Riccardo Buonafede, Romeo Castellucci, CineVillon, DEM, Materia Films, NicoNote, Teatro Medico Ipnotico e ancora Greg Gilg, Frida Split e Peppe Leone (Spina Resident Orchestra).

 

Con il Contributo del Comune di Comacchio, promosso dall’Associazione di Promozione Sociale Spazio Marconi, gestore del FabLab MakeInCoForza d’Attrazione nasce con l’obiettivo di contribuire a reinventare la cittadina di Comacchio e le zone che la circondano, attraverso la selezione di artisti che si sono messi in luce per la potenza espressiva e il coraggio del loro lavoro e tramite interventi in grado di rompere i confini tra tecniche e discipline, con opere capaci di attraversare tali confini.

 

Il tema di questa prima edizione di Forza d’Attrazione è legato al concetto di creazione e gioca con l’ambiguità del dare/ridare vita alle cose tramite l’arte e la parola poetica, capaci di creare quella magia naturale che attrae gli elementi e li fa reagire generando forza vitale:

“Oggigiorno tutti facciamo l’esperienza di regole di distanziamento fisico che si oppongono all’istinto naturale di andare gli uni verso gli altri e trarre una sensazione fisica diretta dalle opere d’arte che scopriamo. Attraverseremo il nostro tema di quest’anno – Forza d’Attrazione – come un insieme di stati in equilibrio tra energie differenti, in un contrasto talvolta paradossale. Partendo dalla constatazione che questa è la natura stessa dei nostri luoghi:  incrocio di acque dolci e salate che si attraggono lambendo terreni che non sono mai stabili sotto i piedi”, spiegano gli organizzatori.

 

Con il Contributo del Comune di Comacchio

In collaborazione con  l’Associazione di Promozione sociale Spazio Marconi

Partner: Vol. FA, Civica Scuola di Musica, Bh Audio, Belli coffee and drink, Giovani Musicisti Comacchiesi, Holiday Camping Florenz, Istinto Screenprinting, Work & Service, Po Delta Tourism.

 

 

FORZA D’ATTRAZIONE

4 / 6 SETTEMBRE 2020

STADIO COMUNALE / LIDO SPINA - COMACCHIO (FE)